CHIESA DELLA MADONNA DI RADO
                                                                           GESA D LA MADONNA D'ARA'

 

 

 

Come si è visto, Rado era la località più importante della zona, prima che venisse costruito il borgo di Gattinara.

 La chiesa di questo luogo sembra essere ricordata in un diploma di Ottone III del 999, con il nome di S. Maria de Moliade (se è esatta l'identificazione), dal nome della regione in cui si trovano moglie e moglioni, cioè terreno con fondo limaccioso.
Parte dell'attuale chiesa e campanile di Rado risalgono al 1100. Con la fondazione del borgo franco nel 1242, le genti dei vari cantoni dovettero trasferirsi nel nuovo borgo e la vecchia chiesa di S. Maria di Rado per la sua antica tradizione si conserverà nei secoli. Durante le guerre del sec. XVI fu danneggiata e nel 1645 rovinò, lasciando intatto solo l'altare con la Madonna. Ricostruita, acquistò grande rinomanza quale santuario mariano, cui sempre accorsero genti dei paesi vicini. Opere di restauro e di ampliamento furono ancora eseguite nel 1718 da Maria Arborio di Gattinara, che ne accrebbe pure il patrimonio.
Nel 1584 il prevosto di Lozzolo Giorgio Badini, poiché la chiesa di S. Lorenzo minacciava rovina fece trasportare le ossa di San Filosofo alla chiesa della Madonna di Rado. Questa notizia è confermata da una relazione del vescovo di Vercelli card. Ferrero dello stesso anno. Da un manoscritto del canonico Amedeo Bellini di Serravalle del 1658 sappiamo che a tale data esisteva ancora la chiesa di San Lorenzo.

testi della SQ.AQUILE - Gruppo scout AGESCI Gattinara 1

Santuario della Madonna di Rado Castello di S.Sebastiano  Chiesa di San Giorgio