ASSOCIAZIONE CULTURALE DI GATTINARA onlus

                                      Ufficio Stampa Associazione Culturale di Gattinara - Giuliano Bugnolo

 

Conferenza: "LIBERTA' E CONSENSO - donne padrone del proprio destino"

 

Sabato 9 marzo alle ore 21.00, presso la sede dell'Associazione Culturale di Gattinara in Via Cardinale Mercurino 14 a Gattinara (VC), si terrà una Conferenza di Silvana Bartoli e Monica Rivolta "LIBERTA' E CONSENSO - donne padrone del proprio destino"
 

Intervento di Gianni Brugo su LEIBNIZ: il calcolo infinitesimale integrale.

“Un grande uomo la cui unica colpa era di essere una donna” (Voltaire)
 

Émilie du Châtelet nacque nel 1706 in Francia durante il regno di Luigi XIV, alla corte del quale il padre aveva incarichi molto prestigiosi. La sua famiglia era di elevatissimo ceto sociale e grazie a questa posizione fu stimolata a sviluppare interessi sia linguistici che scientifici riservati esclusivamente ai rampolli di sesso maschile delle grandi famiglie. Al tempo stesso Emilie non rinunciò a quella dorata vita mondana e frivola tipica della nobiltà dell’epoca.
Nonostante nel Settecento le donne fossero escluse da una formazione di livello superiore, oggi diremmo universitario, Émilie du Châtelet si costruì durante il corso della vita una preparazione di altissimo livello, che le permise di frequentare salotti di confronto didattico dove conobbe alcune grandi menti scientifiche dell’epoca.
 

Fu in tali occasioni che conobbe anche Voltaire, con il quale intraprese un forte sodalizio intellettuale e sentimentale. Stimolata da Voltaire ad approfondire la sua conoscenza scientifica, la Châtelet pubblicò nel 1737 una traduzione dal latino degli “Elementi della filosofia di Newton” e tre anni dopo diede alle stampe “Istruzioni di fisica”, un’esposizione delle teorie del filosofo Leibniz.
 

                                                        Ufficio Stampa Associazione Culturale di Gattinara

                                                                                   Giuliano Bugnolo

 

 

.

L'Associazione Culturale di Gattinara in collaborazione con l'Agenzia SPANNA VIAGGI, propone la gita:
"LEONARDO, i segreti del Codice Atlantico alla Pinacoteca Ambrosiana

e visita alla Fondazione Prada" a MILANO -

 SABATO 6 APRILE 2019

Ritrovo dei Signori Partecipanti davanti la stazione ferroviaria di Gattinara alle ore 8.30 circa e partenza in bus GT riservato verso Milano. Arrivo in centro città e tempo libero a disposizione. Alle ore 11.00 circa ritrovo presso la Pinacoteca Ambrosiana per visitare il famosissimo “CODICE ATLANTICO” di LEONARDO DA VINCI. E’ la collezione leonardiana più completa e importante al mondo e in esso si mescolano tutte le discipline coltivate dal grande genio di Vinci quali architettura e idraulica, la meccanica e l’urbanistica, la geometria e l’astronomia, la medicina l’anatomia e le arti figurative.
Concluso il tour guidato tempo a disposizione per il pranzo libero. Nel primo pomeriggio trasferimento presso Fondazione Prada e visita libera delle mostre temporanee e permanenti che troviamo al suo interno. La Fondazione, presieduta da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, è un'istituzione dedicata all'arte contemporanea e alla cultura ed ha due sedi: la principale di 20.000 metri quadri a Milano e l’altra a Venezia.
Al termine partenza per il viaggio di ritorno con arrivo a Gattinara in serata.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: euro 57.00

QUOTA PER CHI HA 65 ANNI COMPIUTI: euro 47.00

La quota comprende: viaggio in bus GT, biglietto e visita guidata al “CODICE ATLANTICO” di Leonardo da Vinci e biglietto d’ingresso a FONDAZIONE PRADA, Accompagnatrice Spanna Viaggi.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI ENTRO IL 20 MARZO : PAOLA BORSA cell. 3472996899 - SPANNA VIAGGI c.so GARIBALDI 60 GATTINARA tel. 0163 832832


                                                       Ufficio Stampa Associazione Culturale di Gattinara

                                                                                    Giuliano Bugnolo

 

Domenica 31 marzo alle ore 18.00,

verrà presentato presso la sede dell'Associazione Culturale di Gattinara,

situata in Via Cardinale Mercurino 14,

il libro "AMORI E RANCORI" di Paola Coggiola,

viaggio attraverso i sentimenti che fa riflettere e sorridere.

 

Uno strano libro, per molti versi inclassificabile, perché esce un po’ da tutti gli schemi classici e come tale all’inizio crea un po’ di sospetto. Una rivisitazione dell’Antologia di Spoon River? Forse, ma è qualcosa di molto, molto diverso. È una raccolta di racconti? Non proprio. Eppure sfilano coppie di uomini e donne alla ricerca di se stessi e dei loro sentimenti, dell’amore che non c’è più o non è più quello di prima... O forse non c’é mai stato. È un viaggio geografico, etnico, affettivo, sentimentale, linguistico attraverso registri lontani tra loro tra uomini e donne, tanto che sarebbe necessario un mediatore di genere. È soprattutto un addentrarsi tra amori diversi, finiti, sfiniti; tra l’affetto, la rabbia, il rancore, l’ironia per una confessione onesta o di autoassoluzione per qualcuno che riflette sulla vita, ma che richiama continuamente noi altri a porci le stesse domande.

Paola Coggiola é nata a Vercelli il 01/05/1964 e ha avuto una formazione letteraria classica . Da molti anni insegna, finora con entusiasmo, mantenendo a lungo i rapporti con tanti alunni che non sono più tali, ma amici, incurante dell’età. Da poco ha iniziato a scrivere, forse con più convinzione di prima, scoprendo un’altra passione, forse la più grande, per il fatto che è l’ultima. Per anni sono state tali viaggiare, fisicamente e con la fantasia, non importa dove, e leggere. Scrivere e viaggiare sono un privilegio perché aprono lo sguardo sul mondo e sulle sue diversità, per conoscere, imparare e capire: permettono di vivere e far vivere emozioni.


 

Ufficio Stampa Associazione Culturale di Gattinara

                                             Giuliano Bugnolo