Il senso del Noi

 

Oggi è sabato. A Gattinara, così come in tutte le Città d’Italia, stasera in molti usciranno per incontrarsi con gli amici e fare due chiacchiere insieme.

In particolare i ragazzi saranno in giro, sono loro che riempiono normalmente le nostre Piazze e i nostri locali, è normale, è sempre stato così.

Vi siete mai chiesti quanto è bella la libertà che abbiamo? Forse fino a qualche tempo fa era scontata, ma il lockdown ci ha dimostrato che di scontato non c’è proprio nulla.

Ma dove finisce la Tua libertà? Dove inizia quella degli altri. Quindi non è illimitata, ha un confine invisibile, ma ben presente.

In molti abbiamo sperato che il Covid e ciò che abbiamo provato contribuisse a migliorarci. La realtà dei fatti, per molti osservatori, è diversa. A quanto pare il Covid non ha migliorato nulla, anzi, ha amplificato ciò che eravamo: se eri pronto ad aiutare il prossimo ora lo sei di più, se eri un egoista e del prossimo non te ne fregava nulla, ora sei ancora peggio.

Se fosse davvero così, sarebbe proprio un peccato. Quanti sforzi buttati via.

Cosa significa Noi? Noi, vuol dire io, più tu, più un altro e così via, insieme.

A NOI piace la Città pulita: ma Tu, sei sicuro di non sporcarla mai?

A NOI piace l’ordine e il verde ben tenuto: ma Tu, se sicuro che lo rispetti?

A NOI piace la tranquillità: ma Tu, sei sicuro che contribuisci a mantenerla?

Ci piace puntare il dito sugli altri: ho visto, ha fatto, è stato. Ma Tu, come ti sei comportato?

Ci hanno ridato la libertà: EVVIVA.

Tu, la rispetti? La meriti?

Questa sera è sabato. Tu, cosa farai?

Ci sono Leggi, Ordinanze, Sanzioni e Telecamere in tutto il Mondo. Ma se Tu non rispetti il tuo prossimo e te stesso, non servono a nulla se non a reprimere.

Siamo tutti molto preoccupati.

Che armi ci sono? Le Forze dell’Ordine fanno tutto ciò che possono, ma avete presente i numeri che hanno a disposizione? Forse no: 1 su 1000.

I gestori dei locali (quelli seri) sono terrorizzati: che potere hanno nei confronti dei clienti se questi se ne fregano delle parole? Sapete chi rischia di più, fino alla chiusura? Il Gestore del Locale.

La settimana scorsa nella mia Città sono stati fatti una decina di verbali per non uso della mascherina: 400 € a testa. Bene. La maggior parte erano ragazzi, cioè studenti. Che reddito hanno? Nessuno. Chi pagherà la sanzione? I genitori. Bene.

Bene un corno!!

Berlusconi è in Ospedale con il Covid, De Laurentiis è a casa con il Covid, Boris Johnson ha avuto il Covid, la malattia colpisce tutti, non importa chi tu sia o quanti soldi o potere tu abbia.

Lunedì apriamo le scuole, avete presente la mole di regole che dovranno rispettare studenti, famiglie e docenti? Un libro di cose da fare per prevenire eventuali contagi.

Ma TU, che poi siamo NOI, stasera e domani e ogni giorno che cosa scegli di fare? Perché la responsabilità di tutto, non è degli altri, ma è TUA.

Come posso fare, per vivere in un Mondo migliore? Prova a pensarci e agisci.

IO, metto la mascherina. Non posso ammalarmi, non voglio fare ammalare i miei cari e non posso permettermi una quarantena.

IO, non sporco per terra, non faccio la pipì per strada e raccolgo la cacca della mia bassotta Adriana. Mi piace il mio Paese pulito.

IO, se vedo uno che non rispetta la mia Libertà, glielo dico. Non voglio perderla.

Chiunque TU sia, ricordati che sei NOI.  Inizia a cambiare te stesso, vedrai che cambierai anche il Mondo.  Daniele Baglione (Sindaco di Gattinara)