IL DIALETTO A TEATRO CONCLUDE IL CORSO DI GATTINARESE NELLE SCUOLE ELEMENTARI

Volge al termine l’edizione 2018 del Corso di dialetto e tradizioni locali alle scuole elementari che, anche quest’anno, ha coinvolto alcune classi delle scuole elementari che hanno scelto di aderire con entusiasmo all’iniziativa.

Per far vedere a tutti quanto sono bravi i nostri bambini partecipanti il Corso si concluderà con uno spettacolo dialettale realizzato direttamente dai bambini presso l’Auditorium Lux di Gattinara, lunedì 23 aprile alle ore 20.45.

Il dialetto Gattinarese da riscoprire e custodire anche attraverso il linguaggio teatrale, questo l’obiettivo del progetto “Al Dialet an ti scoli” ideato dall’Assessore alle politiche giovanili e alle tradizioni locali, Elisa Roggia e che, ancora una volta, ha coinvolto il mondo della scuola, i bambini e alcune insegnanti.

Un'importante collaborazione che vedrà il palcoscenico del Lux riempirsi di allegria tra aneddoti e parole che fanno parte della tradizione dialettale gattinarese.

Uno spettacolo originale, diverso, interpretato direttamente dai bimbi che hanno seguito il corso di dialetto, messo in scena con l'aiuto degli “insegnanti” Elisa Roggia (ideatrice del progetto), Manuela Bertolino, Luca Caligaris, Roberto Moscotto e Mario Mostini che in questi mesi li hanno seguiti passo dopo passo.

A calcare la scena, quindi, i piccoli attori che rappresenteranno i personaggi della gattinaresità. Una storia divertente, condita di tanti riferimenti a quelle tradizioni contadine tipiche della nostra città.

Sicuramente il modo di interpretare i motti dialettali che i bambini hanno imparato strapperanno non pochi sorrisi al pubblico, che si divertirà non solo per la trama, ma anche per quell'autentica spigliatezza dei piccoli attori.

«Dietro la nascita di questo spettacolo – spiega il Sindaco Daniele Baglione - si nasconde un grande lavoro e un progetto di riscoperta delle tradizioni che i bravi “insegnanti” sono riusciti a portare avanti anche quest'anno, affiancando i bambini in quello che è stato più che un corso, un vero e proprio percorso.

Questo è un progetto in cui crediamo molto e che stiamo portando avanti affinché le tradizioni si perpetuino e non si perdano. Purtroppo il dialetto gattinarese va scemando, ma noi cerchiamo di portarlo avanti affinché questa lingua e le nostre tradizioni non cadano nell’oblio».

 

SPORCACCIONE: BECCATO E MULTATO”

Le tante iniziative avviate dal Comune per sensibilizzare e responsabilizzare maggiormente i cittadini al rispetto verso gli altri e al decoro urbano sono servite moltissimo in questi anni e, la città, è sempre più pulita. Purtroppo però ci sono ancora persone che non osservano le più elementari regole di civile convivenza e di rispetto, per questo, se beccate, vengono sanzionate, come è giusto che sia.

Grazie alle nuove telecamere con una maggiore definizione, installate per garantire in primo luogo la sicurezza, è possibile individuare con maggiore precisione e sanzionare gli “sporcaccioni” e, proprio a seguito di una segnalazione sulla mail chisporcapaga@gmail.com sono state visionate, dal personale preposto della Polizia Locale, le registrazioni della videosorveglianza e individuata una persona che non ha raccolto le deiezioni del proprio cane è stata chiamata in Comando e in seguito multata.

«Tutti i provvedimenti presi finora a tutela del decoro della nostra Città - spiega Daniele Baglione, Sindaco di Gattinara – sono stati diretti a incentivare il senso civico di chi si trova in Gattinara, siano cittadini o turisti.

Purtroppo, non si è ancora ottenuto il 100% dell’educazione da parte di tutti, anche se sarebbe davvero semplice utilizzare i tanti cestini posizionati un po’ ovunque.

Per cui quando, grazie ai controlli che vengono periodicamente effettuati, ci imbattiamo in uno “sporcaccione”, multarlo e segnalarlo è il minimo che un Comune che si rispetti, Gattinara lo è, possa fare,

Preciso, ovviamente, che chi sporca la nostra città non sono gli amici animali, ma pochi personaggi indisciplinati che, anche attraverso le sanzioni, cerchiamo di correggere».

Gattinara, 14 aprile 2018

Dr. Umberto Stupenengo

Ufficio Stampa

 Comune di Gattinara