COMUNICATI STAMPA COMUNE DI GATTINARA

Dr. Umberto Stupenengo

Ufficio Stampa Comune di Gattinara

RIPRENDE IL PROGETTO BUON SAMARITANO 

Con l’inizio dell’anno scolastico e delle mense, a Gattinara viene riavviato l’importante progetto sociale “Buon Samaritano”.

Grazie a questo progetto, nel corso dei passati anni scolastici sono stati distribuiti più di 30.000 pasti alle famiglie in difficoltà, con una media giornaliera di circa 30 pasti, recuperando gli alimenti non portati a tavola dalla mensa delle scuole elementari e delle medie di Gattinara. Un grande risultato ottenuto grazie all’aiuto di tutti.

Il Progetto è nato nel 2014, grazie all’interessamento diretto del Consigliere Enrico Segatto, con il fine di sostenere le famiglie in difficoltà e, contestualmente, di ridurre gli sprechi alimentari e la produzione di rifiuti organici.

Da allora, il Comune di Gattinara, con la collaborazione di vari soggetti fra cui il Consorzio C.A.S.A., la Dussmann (la ditta che fornisce i pasti nelle mense scolastiche di Gattinara) e le Associazioni di volontariato che vi collaborano (Stop Solitudine, C.R.I. Comitato locale di Gattinara, San Vincenzo, gli amici del Cortile delle Suore), ha avviato il progetto Buon Samaritano riuscendo a creare un circolo virtuoso tra aziende, enti caritativi e Istituzioni che garantisce alle persone in difficoltà un piccolo sostegno.

Il progetto ha inoltre una forte valenza educativa, infatti insegna ai ragazzi delle scuole primaria e secondaria a impegnarsi a dare importanza al cibo che non va assolutamente sprecato.

«Era il maggio 2014 – spiega con soddisfazione Enrico Segatto - e partiva un progetto che mi stava e sta tutt’ora molto a cuore: il progetto denominato Buon Samaritano. Non avrei mai pensato che potesse raggiungere numeri così consistenti. Abbiamo raggiunto la considerevole cifra di 30.000 pasti erogati da allora ad oggi.

Oggi i pasti erogati hanno una media giornaliera più contenuta, allora superava la media di 30 pasti, oggi si aggira sui 20-25 pasti giornalieri. Numeri impressionanti se si pensa che erano tutti cibi destinati a diventare nella migliore delle ipotesi compost.

Un grazie di cuore va a tutte le persone che collaborano fattivamente a questo progetto, - conclude il Consigliere Segatto - un piccolo gesto che al di là dell’aiuto materiale ci ricorda che siamo soprattutto una Comunità, una Comunità che non vuole dimenticare nessuno in particolar modo le persone bisognose. Inoltre il progetto ha anche una valenza didattica, i ragazzi imparano a ragionare sugli sprechi e sulle persone in difficoltà».

«Un progetto di Comunità – commenta il Sindaco di Gattinara, Daniele Baglione – di cui sono particolarmente orgoglioso. Il risultato raggiunto non è scontato, lo si deve al lavoro che i nostri volontari fanno tutti i giorni, dedicando il loro tempo al servizio della Comunità e, in modo particolare dei più deboli.

Il traguardo dei 30.000 pasti distribuiti in questi anni è la dimostrazione di quanto bene si possa fare con un semplice gesto d’amore.

Ringrazio vivamente tutti coloro che si adoperano per portare avanti questo importantissimo progetto e, in particolare, voglio ringraziare il Consigliere Enrico Segatto grazie al quale tutto si è avviato e che, dietro le quinte, coordina con attenzione tutti gli aspetti burocratici e tecnici»

TORRE DI VITE” UNA NUOVA OPERA DI RUBEN BERTOLDO

 

Gattinara dopo aver reso omaggio al suo vino D.O.C.G. con “Iron Grape”, un grappolo di straordinaria bellezza, in una rotonda che si fa porta ideale verso la città e poi al riso in un’altra rotonda con “Mond’Ives”, ora rende omaggio al simbolo della Città, la Torre delle Castelle con “TORRE DI VITE”, una nuova grande opera realizzata dall’artista gattinarese Ruben Bertoldo, in bella vista al centro di uno degli snodi viari più importanti della città: la rotatoria "di viale Marconi".

L’opera rientra nell’ambito degli interventi che il Comune sta attuando per la valorizzazione e la qualificazione urbana.

Un manufatto artistico di grande pregio e carico di significato che idealmente rappresenta una nuova "porta" della Città.

«Questa è “Torre di Vite” – spiega il Sindaco Daniele Baglione - . Insieme a Ruben Bertoldo abbiamo pensato di dedicare un’opera alla nostra Comunità, unita e vincente. Ogni singolo puzzle che compone la Torre rappresenta un gattinarese che è legato agli altri da un anello di congiunzione. Questo vuole significare che siamo singoli certo, ma che insieme ci eleviamo verso il cielo.

La Torre è il simbolo della nostra Città, Gattinara, “TORRE DI VITE” ci rappresenta insieme.

Grazie a Ruben che ancora una volta si è superato donandoci la sua arte. E, mai come ora, uniti si vince!».

GLI STUDENTI DEL “MERCURINO” VISITANO IL COMUNE 

L'inizio del nuovo anno scolastico, come l'avvio di ogni cosa, racchiude in sé tante aspettative, sogni e speranze.

Per il nuovo percorso formativo gli insegnanti delle classi prime dell’Istituto Tecnico per Geometri “Mercurino” e del Liceo delle Scienze Applicate di Gattinara, hanno pensato di far visitare agli studenti la città in cui svolgeranno i propri studi nei prossimi cinque anni, nell’ambito della visita cittadina hanno fatto tappa in Villa Paolotti, sede dell’Enoteca Regionale e in Comune dove sono stati ricevuti dal Sindaco Daniele Baglione.

Agli studenti sono state spiegate le caratteristiche principali di Gattinara: le sue origini, la figura del Cardinale Mercurino, la tradizione vitivinicole e il sistema industriale rappresentato principalmente dalla Lavazza.

Il Sindaco ha posto l’accento sull’importanza della formazione e sulla preparazione per affrontare il futuro e il mondo del lavoro. Nel contempo, ha colto l’occasione per augurare un buon anno scolastico agli studenti, al nuovo dirigente scolastico prof. Mauro Faina, agli insegnanti e a tutti quelli che collaborano a vario titolo nell’Istituto Tecnico per geometri e nel Liceo delle Scienze Applicate di Gattinara perché possano svolgere il loro compito con serenità e la consueta dedizione.

IL COMUNE DI GATTINARA ORGANIZZA

UN CORSO DI GINNASTICA DOLCE PER LA TERZA ETÀ

 

Inizieranno martedì 8 ottobre 2019 i corsi di ginnastica dolce per la terza età presso la palestra comunale di via Gorizia. L’iniziativa, promossa dal Comune di Gattinara, rientra nell’ambito delle iniziative promosse dal comune per la socializzazione e la terza età.

Il Corso è completamente gratuito e i posti disponibili sono 30 con prelazione per i residenti di Gattinara con più di 60 anni, dando precedenza alle persone più anziane.

«I corsi di ginnastica – commenta il Sindaco Daniele Baglione -, sono molto apprezzati in quanto rappresentano occasione per svolgere attività motoria e, contemporaneamente, per sviluppare la vita di relazione attraverso la condivisione di momenti non solo piacevoli ma anche utili».

«Un’iniziativa importante – aggiunge l’Assessore Elisa Roggia – perché l’attività fisica è anche indicata per la cura di alcune specifiche patologie.

La sede scelta per lo svolgimento del Corso è la Palestra di Via Gorizia facilmente raggiungibile da ogni zona della città con comodo parcheggio».

Il corso, tenuto dalla professoressa Antonella Crepaldi, si svolgerà con cadenza settimanale al martedì e al giovedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 17.00.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare l’Ufficio Segreteria del Comune tel. 0163 824 311 oppure 0163 824 394.