COMUNICATI STAMPA COMUNE DI GATTINARA

Dr. Umberto Stupenengo

Ufficio Stampa Comune di Gattinara

SERATE DI DIVULGAZIONE MEDICA

5 APPUNTAMENTI IN VILLA PAOLOTTI DAL 14 GIUGNO

 

Il Comune di Gattinara in collaborazione con lo studio Paolo Miglio organizza dal 14 giugno al 12 luglio un ciclo di conferenze di natura medica. Cinque incontri informativi serali, con inizio alle ore 21.00, rivolti alla cittadinanza per promuovere salute e prevenzione presso la sala conferenze di Villa Paolotti.

Venerdì 14 giugno il Dott. Marco Russo Cuffaro, specialista di oculistica, affronterà le patologie più frequenti negli anziani e nei bambini e le maculopatie e il glaucoma.

Il secondo appuntamento è fissato per venerdì 21 giugno la dottoressa Gabriella Ballerini specialista in ortopedia tratterà delle patologie dell’età evolutiva.

Venerdì 28 giugno, il dottor Francesco Boraso, specialista in radiologia, spiegherà i molteplici volti della terapia del dolore e delle tecniche infiltrative.

Venerdì 5 luglio, il dottor Jacopo Lavezzi illustrerà le patologie del piede e dell’avampiede.

Infine, venerdì 12 luglio il dottor Paolo Pella, specialista in dermatologia, parlerà della psoriasi, delle dermatiti atopiche e delle patologie dermatologiche dell’anziano.

Durante le serate sarà possibile interagire con i medici, porre i propri quesiti ed avere una risposta immediata.

«L’iniziativa – spiega il Sindaco Daniele Baglione – è stata realizzata grazie alla collaborazione dello studio Paolo Miglio, ed è stata ideata per dare informazioni corrette ai cittadini e, soprattutto, per educare a una prevenzione della salute basata su corretti stili di vita con l’intento di contribuire a ridurre i costi sociali di molte malattie. Un grazie quindi a Paolo Miglio e a tutti i medici che hanno dato la propria disponibilità per concretizzare questo ciclo di conferenze di grande interesse».

Le conferenze, aperte a tutta la popolazione sono totalmente gratuite e si terranno presso la sala conferenze di Villa Paolotti alle ore 21.00.

UNA NUOVA ILLUMINAZIONE PER LE VIE DEL CENTRO DI GATTINARA

 

Continuano i lavori di sostituzione dei vecchi impianti della pubblica illuminazione con nuovi impianti a LED ad alta efficienza energetica, con un notevole risparmio energetico, evitando, nel contempo, l’immissione in atmosfera di notevoli quantità di CO2.

In questi giorni l’Amministrazione comunale di Gattinara ha dato il via libera ai nuovi lavori per sostituire i vecchi impianti di illuminazione pubblica anche nelle vie secondarie del centro dove non erano ancora stati sostituiti, l’intervento sfrutta la struttura dei vecchi lampioni e sostituisce il corpo illuminante.

«La sostituzione degli impianti ormai datati produrrà notevoli risparmi di energia elettrica oltre una migliore visibilità lungo la strade - spiega il Sindaco Daniele Baglione – Il progetto consentirà alla città di ottenere importanti benefici sul fronte economico, dimezzando i consumi di energia elettrica degli impianti interessati dall’intervento.

La luce dei nuovi lampioni ha una minore dispersione luminosa e garantisce una migliore visibilità e, di conseguenza, una maggiore sicurezza nelle strade».

Ogni nuovo punto luce a led necessita, tra l’altro, di minore manutenzione e la sua durata media è 5 volte superiore a quella delle lampade tradizionali. Gli sprechi saranno così ridotti notevolmente: meno corpi luminosi da sostituire significherà meno rifiuti elettronici da smaltire e una drastica diminuzione di sostanze inquinanti disperse nell’ambiente.

Le nuove lampade a LED, grazie alla loro efficienza e affidabilità, garantiscono quindi un risparmio immediato agli enti, che si traduce in risorse economiche da mettere a disposizione della cittadinanza.

«La Città di Gattinara ha fatto una scelta innovativa – continua Daniele Baglione - a conferma della vocazione green della città e, soprattutto, della forte attenzione alla sicurezza sulle strade cittadine. La nuova tecnologia produce una luce più diretta e focalizzata e grazie al miglior orientamento del fascio luminoso si avrà più luce sulle strade e meno dispersione. Inoltre, grazie ad un sofisticato sistema di telecontrollo le informazioni sulle condizioni degli impianti e su eventuali malfunzionamenti arriveranno in tempo reale, consentendo di intervenire rapidamente per risolvere eventuali avarie.

Gattinara sa unire sostenibilità e attrattività con forte attenzione ai nuovi modelli di vita e di consumo affinché risparmio ed efficienza permettano una redistribuzione delle risorse in base ai nuovi bisogni dei cittadini.

Si tratta di un esempio concreto di come l’innovazione applicata al mondo dei servizi – conclude il Sindaco - consenta di migliorare sensibilmente la qualità di vita dei cittadini, incrementando l’efficienza dell’illuminazione urbana e cittadina e riducendo, nel contempo, i consumi energetici»

IL GATTINARESE FRANCO CONTE CAMPIONE DEL MONDO DI PESCA

 

Il gattinarese Franco Conte con gli altri 4 atleti della Nazionale Italiana si è laureato campione del mondo lo scorso 16 giugno al 21° Campionato Mondiale di Pesca al Colpo a squadre Diversamente Abili, che ha visto impegnate 14 nazioni.

Il Campionato mondiale si è tenuto sul canale Scolmatore dell’Arno tra Pisa e Livorno, dove si sono sfidati i numerosi atleti in rappresentanza delle 14 Nazioni che hanno preso parte alle fasi finali: Belgio, Bosnia Erzegovina, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Ungheria, Inghilterra, Italia, Slovenia, Finlandia, Lussemburgo, San Marino, Svizzera.

La delegazione italiana della Nazionale Diversamente Abili si è presentata al Mondiale, composta dai commissari tecnici Maurizio Fedeli e Gianmarco Ippoliti, dagli atleti Giovanni Bottazzi, Alfredo Granaglia, Oscar Ferrari, Franco Conte e Francesco Lombardi assistiti dagli accompagnatori Florenzo Traina, Fabio Tesconi, Simone Donetti, Emanuele Monti e Andrea Agostinelli e dal Delegato federale Sileno Poles.

Franco Conte non è nuovo a queste imprese: nel 2017 in Serbia si è classificato al 3° nell'individuale e campione del mondo a squadre per l'Italia, mentre nel 2018, in Croazia, la Nazionale Italiana si è classificata al 2° posto.

«Esprimo le mie più vive congratulazioni al due volte campione del mondo Franco Conte – commenta il Vicesindaco Franco Bercellino, con delega a caccia e pesca – È motivo di orgoglio e soddisfazione straordinaria per tutta la Città, che un nostro concittadino, negli ultimi tre anni, abbia raggiunto, con la Nazionale Italiana, per ben due volte il traguardo iridato e una volta il titolo di Vicecampione del mondo».

LA CERAMICA POZZI IN UNA MOSTRA

 

Lunedì 24 giugno, alle ore 18.00, presso lo spazio espositivo G’ART di Villa Paolotti a Gattinara sarà inaugurata la mostra dedicata alla CERAMICA POZZI promossa dal Comune e dalla Pro Loco e curata da Alfonso Stellato, per raccontare attraverso immagini e cimeli quella che è stata una delle maggiori realtà industriali del territorio, dove erano occupati moltissimi gattinaresi.

Stellato ha passato una vita alla Pozzi, entrato in ceramica, come da tutti veniva chiamato lo stabilimento gattinarese, nel 1970, quando aveva 17 anni, rimase fino a quando ha chiuso agli inizi degli anni Novanta, lavorando prima nella catena di produzione dei lavabi e poi al reparto spedizioni. Ora in pensione, accogliendo la proposta del Sindaco di Gattinara Daniele Baglione, ha curato e allestito la mostra, coinvolgendo anche ex colleghi di lavoro, che hanno messo a disposizione materiale che sarà in esposizione.

La storia della Manifattura Pozzi, anche se sembra strano, è legata a quella delle vigne, infatti proprio a seguito della disastrosa grandinata del 1905, “Al tampastun dal cinq”, che aveva messo in ginocchio la viticoltura locale è nata la più grande industria del territorio gattinarese.

Nel 1906 il Comune era disposto a fare ponti d’oro a qualsiasi impresa industriale che s’installasse nella zona, da Milano giunse l’azienda di Francesco Pozzi, specializzata nella produzione di terracotte e refrattari. Il 12 dicembre 1906 veniva costituita “statutariamente” la Manifattura Ceramica Pozzi spa, dotata di un capitale iniziale di un milione. La fabbrica sorge attigua alla ferrovia Santhià-Arona, inaugurata all’inizio del 1905. In pochi mesi vengono costruiti a tempo di record impianti, strutture edilizie, forni. Il 15 settembre 1907 incomincia la produzione: stufe di maiolica, refrattari, vasi da fiori, fumaioli. Gli operai sono sei, ma nel giro di pochi mesi salgono ad oltre 50.

Dopo il secondo conflitto mondiale, quando prende avvio il grande “boom” degli Anni ’50 e ’60: all’immigrazione veneta del primo dopoguerra si aggiunge l’immigrazione meridionale. Le maestranze passano gradatamente da 550 a 1300 e Gattinara tocca il suo massimo incremento demografico, con quasi 10 mila abitanti. Dopo la straordinaria crescita occupazionale e la stabilizzazione, La Pozzi, diventata nel frattempo Pozzi – Ginori, conobbe un calo irreversibile. Le alterne vicende degli Anni ’80 sono caratterizzate da rinnovamento d’impianti, cambi di programma, speranze e delusioni, fino a giungere all’epilogo, con la sentenza del 26 marzo 1993, che decretò la chiusura dello stabilimento.

«Gattinara prima di essere Città del Vino è stata la Città della Ceramica, – spiega il Sindaco Daniele Baglione – questa mostra, attraverso immagini e cimeli è capace di suscitare emozioni, ricordi e, come tale, capace di tramandare una storia che è identità della vita sociale di tanti gattinaresi e della nostra Comunità.

Un grazie quindi ad Alfonso Stellato, che ha accolto con entusiasmo la mia proposta e che in questi mesi si è prodigato per raccogliere il materiale per allestire la mostra».

La mostra sarà aperta dal 24 giugno fino al 30 agosto e osserverà i seguenti orari:

Dal Lunedì al Sabato dalle 17.00 alle 19.00

Martedì e Sabato anche al mattino dalle ore 10.00 alle 12.00

Domenica, su prenotazione telefonando ad Alfonso Stellato al 348 9620637

CONVEGNO CON IL GSE SUL CONTO TERMICO

 

Lunedì 24 giugno, alle ore 9.00, presso la sala conferenze di Villa Paolotti a Gattinara si terrà un importante convegno sul Conto Termico, promosso dal Comune Gattinara assieme ai rappresentanti del GSE.

Il Conto termico è il meccanismo di sostegno che incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il convegno diretto in particolare a tecnici e amministratori delle Pubbliche Amministrazioni illustrerà le modalità di partecipazione e richiesta di incentivi, relativamente ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici.

Nell’ambito del convegno saranno affrontati anche tematiche di grande interesse quali: i nuovi strumenti di Cassa Depositi e Prestiti per rilanciare gli investimenti degli Enti Locali e il servizio di accompagnamento ai Comuni nella progettazione e realizzazione degli interventi per l’edilizia scolastica.

I rappresentanti del GSE sono nella città del vino anche per consegnare il premio al Comune di Gattinara e all’Istituto Comprensivo per gli interventi di riqualificazione energetica portati avanti dal Comune nel plesso della Scuola Primaria.

«Un’iniziativa di informazione per valorizzare l’utilizzo consapevole e sostenibile dell’energia”, - spiega il Sindaco di Gattinara, Daniele Baglione - Conto Termico è infatti uno strumento che consente i riqualificare gli edifici per migliorarne le prestazioni energetiche, riducendo i costi dei consumi e recuperando in tempi brevi parte della spesa sostenuta. Importanti sono anche le ricadute a livello ambientale».